L’analisi termografica è una tecnica in grado di percepire e valutare la radiazione che qualunque corpo emette nello spettro infrarosso sotto forma di irraggiamento, e con valore tanto maggiore quanto più alta è la propria temperatura.

termografiamano

L'infrarosso non è visibile e deve quindi essere visualizzato ed elaborato mediante le Termocamere, strumenti che forniscono un'immagine con diverse gradazioni di colore, ciascuno correlabile alla relativa temperatura superficiale dell'elemento fotografato. La termografia in edilizia viene eseguita per la diagnosi ed il risanamento energetico degli edifici, per verificare la qualità costruttiva, rilevare ponti termici e distacchi di intonaco e per ricercare le cause di umidità, infiltrazioni nelle strutture e muffa. La termografia edilizia permette di individuare le temperature superficiali dei materiali che costituiscono l'edificio. Grazie alla termografia osserviamo:
 dispersioni termiche  disomogeneità termiche  tessiture murarie  posizione degli impianti sanitari e termici in funzione  elementi nascosti nella muratura. La termografia edile ci consente di verificare lo stato di degrado dell'immobile e i suoi punti critici. Per individuarne le cause indaghiamo:  infiltrazioni e umidità da risalita  ponti termici  adesione dei paramenti esterni, causa di caduta intonaco  errori di progettazione o posa, causa di muffa sui muri.
Questa tecnica di indagine è spesso indispensabile per eseguire una corretta diagnosi della patologia in atto. Alcune patologie richiedono un'analisi termografica non solo nel periodo invernale (come la muffa sulle pareti), ma anche in quello estivo (come l'umidità da risalita capillare).